Press enter to see results or esc to cancel.

Luca Martelli in Clienti

7 strategie ASO da seguire prima di pubblicare la nostra app

In un’articolo precedente abbiamo visto l’importanza dell’App Store Optimization (ASO).

Adesso è venuto il momento di vedere come si possano inserire al meglio le parole chiave e quali altri aspetti dobbiamo ottimizzare prima di caricare la nostra applicazione sullo store.

Esistono alcune differenze tra lo store di Apple e quello di Android. Per ciascun aspetto, vi illustreremo nel dettaglio le principali differenze da tenere in considerazione.

App Store Optimization 1

Top 7 strategie di App Store Optimization

App Keywords

Nell’AppStore possiamo introdurre solo 99 caratteri. Nonostante ciò in Google Developer Console non abbiamo nessun campo nel quale inserire le nostre parole chiave. Dovremo quindi utilizzare la AppName e la AppDescription a questo scopo.

App Name

Il nome è la prima cosa che vedranno i nostri utenti. Il nome deve possedere vari requisiti:

  • Deve catturare la nostra attenzione
  • Deve essere descrittivo, per farci sapere cosa riguarda la app (sempre che non si tratti di una marca già nota)

Tanto nell’AppStore come in Google Play è consigliabile introdurre keywords nel nome. Nell’AppStore gli utenti leggono solo i primi 19 caratteri, e di ciò dovremo tenere conto. In Google Play i caratteri del nome possono essere al massimo 30.

App Description

Sapevi che la gente legge poco? Proprio per questo, pur avendo a disposizione uno spazio infinito per la descrizione della app, dobbiamo lavorare soprattutto sulle prime 3 righe, poiché sono queste le uniche che normalmente vengono lette.

In uno spazio così breve dovremo convincere l’utente indicando:

– Le principali caratteristiche del nostro prodotto.

– I vantaggi di cui potrà godere chi scaricherà la app.

– Le migliori recensioni, si le abbiamo già. Questa è un buona maniera per convincere gli indecisi.

Di seguito potremmo proseguire illustrando:

– Le altre applicazioni che abbiamo, se le teniamo

– Un contatto, per email o sui social networks

Sull’ AppStore non hanno importanza le parole ma su Google Play si. Se inserisci keywords nella descrizione di Google Play, migliorerai significativamente la posizione all’interno dello store. Non esagerare, poiché Google ti penalizzerà se ripeti più di cinque volte la stessa keyword.

App Icon

Sappiamo quanto siano importante per un’applicazioni i colori e la scelta della tipografia. Ma la prima cosa che vede l’utente è l’icona. Per questo ti consigliamo, per quanto riguarda il progetto dell’icona come degli screenshot, di affidarti ad un designer.

Qui trovi un articolo (in inglese) che mostra come, cambiando l’icona, si possano moltiplicare i download. L’icona deve sempre essere molto semplice. Evita di utilizzare parole all’interno dell’icona (da cellulare difficilmente potremo leggerle). E, soprattutto, cerca coerenza tra il design dell’icona e quello della app.

Le misure dell’icona sull’AppStore devono essere: 1024 x 1024 pixel

In Google Play, l’icona deve invece misurare: 512 x 512 píxel

App Screenshots

Consiglio sempre di utilizzare gli screenshot per raccontare meglio la nostra applicazione. Ma caricare semplici schermate di esempio della nostra app non è consigliabile. Perché non inserire un po’ di testo? O fare qualche esempio di come utilizzare la app? Qui l’immaginazione può essere lasciata libera e possiamo essere creativi. Concentratevi sulle applicazioni più famose. Molte di loro lo stanno facendo bene!

App Store Optimization 2

Le misure degli screenshot nell’AppStore devono essere le seguenti:

– iPhone 5: 1136 px × 640 px

– iPhone: 960 px × 640 px

– iPad: 2048 px × 1536 px

In Google Play, se si hanno dei video è fortemente consigliato caricarli. Altrimenti gli screenshot devono avere queste caratteristiche:

File JPEG o PNG a 24 bits

Dimensione mínima: 320 pixel

Dimensione massima: 3840 pixel

App Ratings

È importante ottenere 5 recensioni nella prima settimana di vita dell’app. Perché? Per convincere altre persone a scaricarla e a lasciare a loro volta recensioni.

Ottenere 5 recensioni non è complicado. Ricordate le 3 F? Family, Friends and Fools. Partite da loro. E se avete fatto ricorso a beta testers, potete chiedere loro di scrivere una recensione. Con le buone maniere si possono ottenere grandi cose!

App Updates

In questo paragrafo dobbiamo includere tutte le novità che man mano caricheremo con le nostre nuove versioni. È positivo vedere che un’applicazione sta migliorando, risolvendo bug ed adattandosi ai cambiamenti.

Tenete presente che, in base alla vostra applicazione, potrebbe essere consigliabile lanciare una nuova versione uno specifico giorno della settimana. Sono anche da considerare in alcune occasioni, come a Natale, è fondamentale fare lanciare un update.

ed en cuenta que dependiendo de vuestra aplicación, se recomienda hacer el lanzamiento de nuevas

Se volete sapere qualche cosa in più sul tema dell’App Store Optimization, vi consiglio di leggere questo Marketing Kit (in inglese).

Queste sono le 7 azioni da tener presente per migliorare il vostro App Store Optimization. L’ASO è importante ma ancora di più conta una buona strategia di marketing per promuovere la tua app. Pensa che il numero dei download è uno dei fattori più importanti che ci farà salire di posizione all’interno degli stores. L’App Store Optimization aiuterà in questo ma è solo uno degli aspetti da tenere in considerazione. L’importante è redigere un buon piano adeguato all’applicazione, poichè, come per qualsiasi prodotto, non possiamo generalizzare né pensare che ciò che ha funzionato per il nostro vicino possa andare bene anche a noi. Per questo è necessario analizzare l’utente , fidelizzarlo e cercare sempre di averne di nuovi.

esperti-marketing

Commenti

Comments are disabled for this post