Press enter to see results or esc to cancel.

Luca Martelli in Sviluppo App Mobile

App di Realtà Virtuale: esplorare nuovi mondi digitali

Quando parliamo di realtà virtuale (chiamata anche VR con il suo acronimo in inglese) ci riferiamo a un insieme di tecnologie. Possiamo definirlo come quell’ambiente nel quale si fa uso della tecnologia per sviluppare immagini realiste e simulare la nostra presenza in quel contesto. Questa tecnologia viene identificata con il mondo delle app di Realtà Virtuale, anche se esistono tecnologie meno complesse ma altrettanto interessanti, come la Realtà Aumentata.

Realtà virtuale vs. Realtà aumentata

La differenza tra Realtà Virtuale e Realtà Aumentata (chiamata anche AR) risiede nella complessità degli ambienti generati. La VR genera ambienti e mondi completi nei quali l’utente si immerge completamente.

La Realtà Aumentata, invece, è una tecnologia che unisce alla realtà il virtuale, come se fosse un velo. Ad esempio, in molte app turistiche di AR troviamo un’immagine reale visualizzata dal nostro smartphone alla quale però la Realtà Aumentata integra informazioni aggiuntive attraverso lo schermo in formato digitale.

realtà aumentata
Esempio di Realtà Aumentata

La Realtà Virtuale genera ambienti totalmente digitali mentre la AR li “aumenta”, nel senso che aggiunge informazioni digitali.

Il fascino della Realtà Virtuale risiede nella capacità di isolarci dal mondo reale e di farci immergere in un mondo completamente nuovo. L’effetto è così coinvolgente che sono stati scritti libri e girati film su questo tema, come ad esempio Matrix o Tron.

realtà virtuale
Esempio di Realtà Virtuale

 

Dal canto suo la Realtà Aumentata manca di questo fascino ma risulta essere di grande utilità. Risulta essere particolarmente utile nel el caso di applicazioni turistiche o educative.

Dispositivi di Realtà Virtuale

Sono ancora poche le app di Realtà Virtuale. In generale, per godere di questa tecnologia dobbiamo disporre di dispositivi VR specifici. Sono varie le opzioni che si presentano in questo caso. In molti casi non è sufficiente uno smartphone ma sono necessari dispositivi più sofisticati per poter usufruire di questa tecnologia.

Caschi ed occhiali per la Realtà Virtuale

I dispositivi più utilizzati dagli sviluppatori app di Realtà Virtuale sono caschi ed occhiali. Questo perché il senso maggiormente coinvolto è la vista.

Ecco alcuni dispositivi che possiamo utilizzare per sfruttare le app di Realtà Virtuale:

  • Cardboard. Lanciato da Google, come dispositivo low cost per portare la realtà virtuale su tutti gli smartphone. Ufficialmente si tratta di “una piattaforma di realtà virtuale sviluppata da Google sulla base di un cartoncino pieghevole,” da cui il suo nome, che funziona montandolo su uno smartphone con Android o iOS. Per utilizzarlo dobbiamo scaricare una app di realtà virtuale e collocare lo smartphone nel supporto di cartone di Cardboard. Il divertimento può iniziare.
  • Playstation VR. Disegnato appositamente per i videogiochi della PlayStation 4. Soprattutto in games di azione o horror come Resident Evil.
  • Oculus Rift. Sono occhiali creati specificamente per progetti di Realtà Virtuale. I giochi e le piattaforme devono essere progettati esplicitamente per funzionare correttamente con Oculus Rift. In caso contrario l’esperienza perde di qualità e si può incappare in problemi tecnici.
  • Google Glass. La loro produzione e commercializzazione è ormai cessata. Tutto il progetto è in standby. Va dato loro però il merito di aver segnato l’inizio della popolarità della Realtà Virtuale e di aver portato la notorietà alla Realtà Aumentata.
app di realtà virtuale
App di Realtà Virtuale – Esempio

 

Altri dispositivi di Realtà Virtuale sono alcuni guanti che ci permettono di ricevere stimoli sensoriali sulle mani. Possiamo anche citare alcune periferiche come i Sistemi CAVE, che consiste nel creare una stanza a forma di cubo o il Virtuix Omni, complementario a Oculus Rift.

Esempi di app di Realtà Virtuale

Ciascun dispositivo di Realtà Virtuale ha i propri giochi e programmi. Nel caso di Cardboard possiamo identificare alcuni esempi di app di Realtà Virtuale interessanti per un pubblico generalista:

  1. Cardboard – Applicazione ufficiale

Ci sono alcune demo per iniziare a scoprire la Realtà Virtuale. C’è anche una sezione video dove è possibile caricare i propri video e provare nuove esperienze.

cardboard-app-300x300

  1. Within – VR (Virtual Reality)

Con questa app puoi godere del contenuto di VR realizzato dai migliori creatori di Realtà Virtuale, la software house Within. Comprende contenuto immersivo basato su storie di eccezionale qualità e di diversi generi.

within

 

  1. VR Cosmic Roller Coaster

In questo caso non ci stiamo riferendo a nessun gioco. Loro stessi lo definiscono come “un cammino per rilassarsi e visitare altre dimensioni”. Non c’è nessun obiettivo da raggiungere. Devi solo rilassarti ed esplorare il tuo spazio”.

vr-cosmic-roller-coaster

 

  1. Chair In A Room

Parliamo di terrore… Chair in a Room è un gioco di paura, nel quale ci troveremo al centro di una stanza con una sedia. La missione consiste nel guardare in ciascuno degli angoli della stanza per scoprirne il mistero.

chair-in-a-room

Esistono molte altre app di Realtà Virtuale che funzionano con Cardboard, ma anche tante altre piattaforme e giochi per dispositivi come Oculus Rift.

Insomma, si tratta di un mondo in continua crescita. Hai una buona idea di Realtà Virtuale e vuoi realizzarla? Se è così in Yeeply possiamo aiutarti a realizzarla!

abbiamo-sviluppatori

 

Commenti

Comments are disabled for this post