Press enter to see results or esc to cancel.

Luca Martelli in Clienti

Come creare un’app Android: guida passo-passo

come creare un'app Android 1

Se sei arrivato fin qui è probabile che tu stia pensando di creare un’applicazione. Può essere per dare nuove opportunità alla tua attività, per diventare imprenditore nel settore mobile o con qualunque altro obiettivo. Di sicuro, però, la strada da seguire è impegnativa.

Vediamo nel dettaglio come creare un’app Android. In generale, per iniziare un progetto digitale, come creare un’app Android, bisogna essere pazienti. Prima di tutto prepara matita e blocco per appunti ed inizia a prendere nota. Prima di mettersi a cercare uno sviluppatore Android meglio avere un’infarinatura dell’argomento.

Per trovare tutte queste informazioni ti presentiamo il nostro tutorial su come creare una app Android. Sei pronto? Iniziamo!

Perché creare un’app Android?

Se sei tra quelli che non sanno perché creare un’app per Android, fai attenzione. Sicuramente se scegli Android lascerai da parte gli utenti iOS. Ma anche prendendo la decisione opposta perderai molte opportunità.

Quindi… dovremmo sviluppare applicazioni per Android? Si, ecco i nostri motivi:

  • Android in Italia ha una quota di mercato maggiore. Anche se negli Stati Uniti la quota di iOS è in crescita.
  • Il costo orario di uno sviluppatore è inferiore che per iOS.
  • Esiste una varietà più alta di terminali, pertanto ci sono maggiori possibilità di continuare a crescere. Invece iOS funziona solo su dispositivi Apple.
  • È un sistema operativo molto più personalizzabile

Come creare un’app Android e perché è diverso rispetto alle altre applicazioni?

Al momento di sviluppare un’app ci sono tante piccole differenze. La principale però sta nel sistema operativo in sé e nel linguaggio di programmazione. Ogni sviluppo nativo utilizzerà un codice e un linguaggio. Per questa ragione dovremo scegliere sviluppatori diversi per creare un’app per Android rispetto ad un’app per iOS. Il nostro budget, il nostro modello di business, la nostra strategia di promozione saranno diversi. Vediamo tutto questo in dettaglio:

Cosa tener presente al momento di creare app per Android?

Tipo di programmazione

Nel caso di sviluppo nativo di app per Android, dovremo lavorare solo per quella piattaforma. Se invece scegliamo di avere un’app multipiattaforma il nostro lavoro ci servirà anche per altri sistemi operativi. Ma il risultato finale dell’applicazione potrebbe risultare non altrettanto buono.

Scegliere il tipo di programmazione da utilizzare per Android è importante. Se non si sceglie il più adatto al proprio progetto si potrebbe non ottenere il risultato desiderato. Chiedi consulenza ad esperti del settore per avere maggiori informazioni riguardo al tuo caso. Ogni progetto è un mondo a sé. Può essere che nel tuo caso sia meglio un’app ibrida che un’app Android.

Il tempo dello sviluppo

Rispetto alla creazione di applicazioni per iOS può essere che non ci sia differenza, ovvero il tempo necessario per creare un’app per Android è circa lo stesso che quello che serve per svilupparla per iOS.

Le sfumature si vedono nella diversità dei linguaggi di programmazione e del tipo di sviluppo. Non si impiega lo stesso tempo nel creare una app nativa per Android che per farne una multipiattaforma. Informati bene sui tempi necessari nei diversi casi. Se hai una certa urgenza, può essere che tu abbia bisogno di creare un’applicazione Android nativa.

Il costo dello sviluppo

Esistono alcuni strumenti per avere una stima. Per esempio, puoi calcolare il costo della tua app Android sulla nostra pagina quantocostaunapp.com. Se ti stai chiedendo come creare un’app Android e quale sarà la spesa da affrontare questo è lo strumento giusto.

come creare un'app Android 2

Guardiamo i dati. Una stessa applicazione può essere più economica per Android che per iOS. Anche se le ore di lavoro sono circa le stesse. Questo perché il costo orario dello sviluppatore Android è più basso del costo orario di chi programma per iOS.

Come creare un’app Android: il design

Dobbiamo anche tenere in considerazione il design delle app per Android. Anche se in generale l’aspetto e le funzionalità saranno molto simili, il design differisce. Nei dispositivi Android ci sono pulsanti che sugli iPhone non sono presenti.

Avremo design diversi per ogni tipo di sviluppo. Questo comporterà un extra nel nostro preventivo, poichè dovremo progettare due app.

Guadagnare con un’app Android

Sicuramente ti stai anche chiedendo come creare un’app Android che sia redditizia. Che ci garantisca un guadagno. Di sicuro possiamo dire che, in generale, le app Android sono meno redditizie di quelle di iOS.

Diversi studi rivelano che gli utenti iOS sono maggiormente disposti a pagare per le app. Quelli di Android, invece, cercano app gratuite. Per questo rendere redditizia un’app Android sarà un po’ più complicato. Bisognerà lavorare maggiormente sul proprio modello di business e sulla monetizzazione.

Il modello di business

Il modello di business della tua applicazione Android dev’essere presente fin dall’inizio del progetto. Se sappiamo come creare un’app Android ma non pianifichiamo quale modello di business seguire non otterremo grandi risultati.

Con questo non ci riferiamo solo a come monetizzarla. Con modello di business intendiamo: qual è l’obiettivo della tua app? Potrebbe essere ottenere leads, fare branding o altro.

Quando parliamo di monetizzazione intendiamo naturalmente ottenere un ritorno economico. Le tecniche di monetizzazione sono molte e dobbiamo scegliere in funzione del modello di business.

Nel caso delle applicazioni Android non funziona bene la formula del pagamento del download. Come dicevamo gli utenti si aspettano di scaricare la app gratuitamente. Per questo sempre di più si sta affermando il modello freemium.

La concorrenza

Questo è un dato da tener presente per il tuo progetto. A settembre 2016 il numero totale di applicazioni pubblicate su Google Play superava i 2,4 milioni. Un vero e proprio mare di app per Android.

Proprio per questo bisogna considerare la concorrenza per decidere al meglio come creare un’app Android. Esistono tantissime app, e molte sono sicuramente del tuo stesso settore. Per questo ricordati che avrai bisogno di una buona strategia di marketing e di promozione per portarla avanti.

Studia la concorrenza prima di creare la tua applicazione e creala in funzione di ciò che hai scoperto..

Come creare un’app Android passo dopo passo

Ti abbiamo già dato molte informazioni sulle app Android. Sicuramente, però, vuoi sapere come creare la tua. Andiamo avanti quindi con il nostro tutorial. Passo dopo ti guidiamo per permetterti di creare una app Android.

1. Fase iniziale

Questa prima fase dovrai verificare la tua idea, il settore e la tecnologia mobile. Prima di metterti a cercare sviluppatori o disegnatori c’è del lavoro da fare. Iniziamo con un primo contatto vero con la tua idea.

  • L’idea di app per Android. La prima cosa di cui hai bisogno è avere una buona idea. In base a quella stabilirai come creare un’app Android. La cosa opportuna è che soddisfi un bisogno, risolva un problema che possano avere gli utenti mobile. Controlla la concorrenza. Se esistono applicazioni Android che già soddisfano questo bisogno, fanne una migliore. Migliora questa idea finchè non consideri che possa essere fattibile.
  • Mockups. Quando avrai chiara la tua idea, disegna su carta come dovrà essere la tua app. Falla semplice, basilare, senza elementi di design. Il Mockup deve riflettere il funzionamento di base e l’interazione dell’utente. Cerca di renderla facile e di facile comprensione per l’utente.

creare un'app Android 3

2. Fase di pianificazione del business

In questa seconda fase passiamo dall’idea al progetto. Al momento ancora non passeremo a programmare la app per Android. Abbiamo invece bisogno di definire il progetto in maniera più ampia e dettagliata.

  • Modello di business e monetizzazione della tua app Android. È il momento di definire il modello di business della tua applicazione Android. Creare un’app solo per il gusto di farlo non ha senso. Cosa vuoi ottenere con essa? Come raggiungere questo obiettivo? Di questo stiamo parlando e dei metodi di monetizzazione. Li includiamo in questa fase perché bisogna definirli prima di iniziare la fase di sviluppo e design dell’applicazione.
  • Definizione del progetto dell’applicazione per Android. Ti consigliamo di creare un documento che contenga tutti gli aspetti della tua app Android. Dalla parte più semplice come i mockups fino al metodo di monetizzazione o i colori del logo che hai scelto per la tua marca. Se non è completo al 100% può lasciare alcune parti abbozzate. Per esempio, se hai bisogno di design particolare o di una consulenza specializzata.

3. Fase di sviluppo e design

Questa è la fase più lunga di tutto il processo da seguire per creare un’applicazione per Android o per qualsiasi altro sistema operativo. Entriamo nel vivo, nello sviluppo vero e proprio. Siamo tra quelli che pensano che, quando ci si lancia in un’impresa, bisogna farlo bene. Non serve a niente creare un’app senza pensarla bene, senza svilupparla adeguatamente  o senza fare una promozione adeguata. Inizieremo dunque a trovare i professionisti Android che fanno al caso tuo.

  • Team di sviluppo di app Android.  Nel caso tu non sappia bene come creare un’app Android la cosa migliore da fare è trovare un esperto. In Yeeply ti aiutiamo a trovare un buon team di sviluppo specializzato in Android, ovvero specializzato nella creazioni di app simili alla tua.
  • Design di app Android. È fondamentale che tu abbia in mente il design dell’applicazione. Nel caso della progettazione di applicazioni Android native dovresti pensare al funzionamento di questo sistema operativo. Ad esempio le animazioni del material design, le notifiche intelligenti ecc. In generale, il design della applicazioni per il sistema operativo Android pretende semplicità visiva.
  • Fatti aiutare da un Project Manager. Hai bisogno di qualcuno che ti aiuti a gestire il processo di creazione della tua app Android. Non perché tu non possa essere in grado di farlo, ma per snellire le operazioni. In questo modo potrai concentrarti sulle questioni più importanti e non su quelle più tecniche. In Yeeply possiamo affiancartene uno di esperienza per aiutarti a gestire il tuo progetto.

4. Fase del lancio

Una volta superati tutte le fasi del processo, la tua applicazione è quasi pronta per essere pubblicata. Prima di lanciarla devi curare alcuni aspetti perché risulti meno traumatico possibile. Il punto è che la prima settimana di un’app nello store è cruciale per ottenere visibilità ed iniziare il posizionamento.

https://it.yeeply.com/blog/come-creare-un-app-android/

  • ASO, il SEO delle applicazioni mobile. L’ASO è l’acronimo di ”App Store Optimization”, ovvero consiste nel posizionamento della tua app nei market di applicazioni. Per ottenere un buon ASO per la tua app Android dobbiamo definire bene le parole chiave. È estremamente consigliabile rivolgersi ad un esperto di ASO per definire questo aspetto. Se non si riesce a posizionarsi bene non otterrai il numero di dowload sperati.
  • Prepara una cartella stampa. Prima del lancio è consigliabile preparare una cartella stampa da inviare ai media. Prepara una nota stampa, immagini promozionali della tua app e altro materiale che possa essere utile per un…
  • Lancio spettacolare Adesso si… puoi lanciare la tua app! Tieni presente che il caricamento sugli store non è immediato. Nel caso di Google Play ci vogliono solitamente un paio d’ore, però in altri market come l’Apple Store possono essere necessari alcuni giorni. Sincronizza il lancio ne caso tu abbia deciso di sviluppare app per diversi sistemi operativi. E una volta caricata la tua app puoi iniziare la promozione di cui parlavamo prima.

5. Fase di promozione

Questa è una fase fondamentale. Molta gente che non sa come creare un’app Android ed avere successo si concentra sullo sviluppo. Però la parte di promozione è altrettanto importante e richiede lo stesso budget da investire che lo sviluppo. Senza questa fase la app finirà per sparire in fondo agli store. Oltre alla promozione più classica ti raccomandiamo fare una campagna di promozione della tua app in:

  • Media specializzati Ovvero tutti i media che parlino di applicazioni mobili, ma anche in quelli di settore. Per esempio se hai creato un’app Android di ricette puoi promuoverla sulle riviste e i canali di salute e cucina.
  • Influencers. Crea relazioni con gli influencers del settore. Per esempio se hai un’app dedicata alla moda contatta gli influencers di moda, stile e abbigliamento per invitarli a provare la tua app. Se gli piacerà e ne parleranno potrai raggiungere un ampio pubblico.
  • Annunci. Puoi sempre contare sugli annunci. Non mi riferisco a quelli in televisione, ai cartelloni ecc. (dove puoi comunque pensare di fare pubblicità). Sfrutta internet stesso per farti promozione attraverso banner, annunci sui social network ed annunci in app in altre applicazioni.

Potremmo raccomandarti molte altre cose in base al tipo di applicazione, ma diventerebbe una guida troppo lunga. Speriamo che questo tutorial ti sia stato utile e di poterti aiutare nel tuo processo di creazione di una app. Che idea hai mente per la tua app Android?

Commenti

Comments are disabled for this post