Press enter to see results or esc to cancel.

generation Z - Come sviluppare un’app

Come sviluppare un’app per la Generazione Z. Diretto al tuo target!

Stai sviluppando un’app e ti stai domandando se è abbastanza innovativa per catturare la nuova Generazione Z? Qui troverai alcuni consigli per essere sicuro di raggiungere il tuo futuro pubblico obiettivo.  Cattura la loro attenzione e tienili incollati alla tua app!

Generation Z: conosci il tuo pubblico

Innanzitutto, è necessario specificare in cosa consiste la Generazione Z.  Questa categoria di consumatori è normalmente utilizzata per classificare i giovani nati tra il 1995 e il 2010. La Generazione Z sta gradualmente superando i cosiddetti Millenials. Infatti, in accordo con le ultime ricerche portate avanti da Bloomberg, si stima che questa nuova generazione possa arrivare a rappresentare il 32% della popolazione mondiale entro il 2019. Questi dati diventano particolarmente rilevanti quando si tratta di pianificare una strategia e creare la tua nuova applicazioneEffettivamente, a causa delle numerose differenze che distinguono la Generazione Z dai Millennial,  é necessario apportare alcune modifiche alla tua strategia attuale. In ogni caso, per poter sviluppare il tuo piano di azione, devi essere a conoscenza delle preferenze, comportamenti e necessitá specifiche della Generazione Z.

Con questo scopo, abbiamo pensato di fornirti una lista delle caratteristiche principali di questa nuova generazione:

  • Rappresentano la cosiddetta “Generazione mobile”: Secondo una recente stima riportata da Global Web Index, circa il 96% della Generazione Z possiede uno smartphoneSono entrati a contatto con i dispositivi mobili e la tecnologia sin dai primi anni di vita e  sono cresciuti con loro.
Stitistiche uso smatphone - Generazione Z
Immagina da Globalwebindex

 

In aggiunta la maggior parte di essi naviga per almeno un’ora al giorno e circa la metá trascorre piú di 10 ore sul web.  

  • Sono nati e cresciuti con i social media.
  • Non sono conosciuti per la loro pazienza. Al contrario, vogliono velocitá: È stato misurato che la capacitá di attenzione di un Gen Z equivale approssimativamente a solo 8 secondi. In altre parole, la scarsa capacitá di attenzione non ammette né lunghi tempi di caricamento né elementi non funzionanti nell’app. Nel caso in cui questo dovesse verificarsi, lo scenario piú probabile vedrebbe l’utente disinstallando l’applicazione nell’immediato.

Secondo IBM:

“ Il 62 %  non usa applicazioni o siti web che sono difficili da navigare e il 60% non userá applicazioni o siti web che risultano lenti nel caricamento”.

  • I teenager comunicano tra di loro attraverso elementi visivi come emoticons, immagini e simboli.  Nonostante ricevono ed inviano un numero elevato di messaggi al giorno, il contenuto degli stessi risulta prevalentemente rappresentato da emojis, gifs, adesivi, abbreviazioni ed immagini. Di conseguenza, comunicazione e intrattenimento spesso si trovano in sovrapposizione. Il testo appare sottovalutato in misura tale da non spingere gli utenti a voler tenere un registro delle loro conversazioni.  Come dimostrazione, Snapchat e Instagram Stories (in cui le foto scompaiono dopo 24 ore) sono largamente utilizzati dalla Generazione Z.
Come sviluppare un app per la Generazione Z
Immagine di  Pablo Jezurko da Flickr

Consigli utili per lo sviluppo di app per la Generazione Z

Alla luce delle caratteristiche appena menzionate, qui, abbiamo raccolto alcuni consigli utili per lo sviluppo di app e per il loro design con lo scopo di soddisfare i bisogni della Generazione Z:

  1. Rendi la tua app “social”: La Gen Z sente il bisogno di interagire continuamente con il resto della community online. Perció, sviluppare una comunicazione integrata in-app potrebbe essere  uno dei modi migliori per consentire di continuare la loro comunicazione senza uscire dall’app.
  2. Design & usabilitá: Dato che la Gen Z vuole che l’applicazione funzioni velocemente, anche il suo utilizzo deve essere integrato con un design semplice ed icone intuitive. 
    • La barra di navigazione:  La piattaforma dovrebbe essere facile da utilizzare per fare in modo che gli utenti la possano utilizzare senza il bisogno di guide o istruzioni. Con questo obiettivo, la barra di navigazione e i suoi tasti dovrebbero presentare un aspetto familiare o standard.
    • Usabilitá: Se le azioni non si trovano a portata di mano oppure le funzioni sono difficili da trovare a causa di menú complessi, gli utenti Gen-Z non daranno un’altra opportunitá alla tua app. Ricorda: è facile e veloce tornare all’app store e scaricare un’app alternativa!
    • Grafica: Punta sugli elementi visivi e porta l’UX ad un altro livello. Utilizza animazioni e transizioni, evita icone scure e catturali con un design multicolor. Assicurati che il tuo messaggio sia facile da comprendere e che sia in grado di attirare la loro attenzione.

In poche parole: fai si che la loro esperienza sia semplice, intuitiva e visiva!

  1. Rimuovi i bugs! Garantisci la migliore esperienza non solo offrendo un’interfaccia poco complessa, ma anche promuovendo una navigazione fluida attraverso l’app. Per fare questo, rimuovi i bugs  e mantieni l’app monitorata regolarmente. Concentrati sul miglioramento della tua app e dei suoi codici e… testala!
  2. Mantienila “light”! Una delle prime cose che dovresti considerare ´è la dimensione della tua app. I teenager scattano, condividono e ricevono un numero elevato di foto e video ogni giorno. É frequente che si ritrovino con la memoria del telefono esaurita.  Quindi, prova a limitare le dimensioni della tua app per evitare che gli utenti cancellino la tua app per scarsa memoria. Le ricerche mostrano che una delle maggiori cause della disinstallazione di un’app è proprio il suo peso eccessivo in termini di Mb.
Teenager facendosi un selfie - Generazione Z
Immagine di Maximilian Ebrard da Flickr
  1. “Sfrutta” il tuo pubblico: la Gen Z sembra apprezzare le promozioni, gli sconti e i contenuti gratuiti.  Per offrire queste opzioni e renderle vantaggiose per entrambe le parti, consenti l’opzione di portare contatti alla tua app condividendo codici d’invito. Questo comporterá un aumento di utenti e di consapevolezza di marca. In aggiunta, gli utenti Gen Z possono essere utilizzati come leva per il passaparola e pubblicizzare cosí la tua app. I teenager sono anche volenterosi a rilasciare commenti ed opinioni. Perció, una volta che si è certi che l’app sia pronta per il lancio, sarebbe consigliabile integrarla con i social network. Questo potrebbe aiutare a fomentare i rilascio di commenti positivi ed incrementare la tua credibilitá con annessi download.

Potresti essere interessato a: Come creare un’app Android: guida passo-passo

Conclusione

Grazie a questo articolo, ora dovresti sapere di piú sulla Generazione Z e sulle sue caratteristiche. In questo modo, puoi iniziare a sviluppare la tua app secondo quanto affermato.  Fai buon uso dei nostri consigli e ricorda di monitorare e testare l’app in maniera regolare.

 

pubblica il tuo progetto