Home » Trends e Skills » FemTech: Top 5 Startups Innovative [2020]
FemTech: Top 5 Startups Innovative [2020]

FemTech: Top 5 Startups Innovative [2020]

Tecnologia, donna e salute riproduttiva. Nel mondo digitale dominato da uomini, sembravano concetti impossibili da unire. Tuttavia, con l’arrivo femtech non solo è stato reso possibile ma si è anche dimostrato conveniente.

Al giorno d’oggi, esistono più di 200 startups di questo tipo in tutto il mondo, molte di queste sono state fondate e sono dirette da donne. 

Secondo i dati pubblicati nel 2018 per la consulente statunitense Frost&Sullivan, queste imprese innovative potrebbero convertirsi in una industria di quasi 45.000€ milioni di euro per il 2025.

Indice 

Cos’è il Femtech?

Top 5 Femtech Startups

#1 Cirqle Biomedical

#2 Lattice Medical

#3 Emjoy

#4 Peanut

#5 Apricity

Cos’è il Femtech?

Il nome nacque nel 2016 quando Ida Tin, fondatrice della app Clue, coniò questo termine per riferirsi alle applicazioni il cui obiettivo è la salute riproduttiva femminile.

Le imprese femtech, sono state le responsabili di un’esplosione di soluzioni innovative per i problemi della salute femminile, che includono: soluzioni di fertilità e del ciclo mestruale, attenzione alla salute riproduttiva, seguimento dei giorni fertili e del ciclo mestruale, attenzione pre e post nascita, prodotti sanitari per le mestruazioni, estrattori di latte materno senza fili e addirittura vestiti ed accessori per alleviare i sintomi della menopausa.

Ad oggi, si enfatizza sempre di più l’importante di orientare il concetto femtech oltre la sola salute riproduttiva. Molte imprese cercano di analizzare oltre all’ambito riproduttivo, altri problemi che colpiscono le donne in forme diverse o che hanno una maggiore incidenza sulla popolazione femminile, come l’Alzheimer, le immunodeficienze o certi tipi di tumori.

ragazza con tazza tra le mani
Fondatrice di una startup innovativa. Fonte: Unsplash

Questa industria innovativa ha aperto nuove porte alla tecnologia e grandi imprese come Fitbit ed Apple, stanno cominciando a prendere coscienza dell’importanza del benessere della donna.

Il femtech non ha solo significato un miglioramento per la salute femminile ma va oltre questo concetto e sta aprendo il mercato del lavoro tecnologico, fino ad ora predominato da uomini, a molte imprenditrici, sviluppatrici, programmatrici e creatrici. Per questo, è sempre più relazionato con il movimento femminista.

Top 5 Femtech Startups

A seguire, analizziamo alcune startup dentro alla grande offerta di questa fiorente industria. 

« Nota bene: questa lista è una selezione di Yeeply, non è una lista completa di femtech startup e non sono ordinate secondo alcun criterio. »

#1 Cirqle Biomedical

Con sede a Copenhagen, questa impresa è la creatrice di una tecnologia anticoncettiva non ormonale per donne: OUI. 

Consiste in una capsula che dopo essere stata ingerita, si dissolve e libera i suoi componenti. L’obiettivo è quello di fornire un metodo contraccettivo efficace e sicuro, libero da ormoni. La sua efficacia comincia dal primo minuto in cui entra nell’organismo, fino ad un giorno dopo l’ingestione.

La tecnologia contraccettiva è un’alternativa al controllo ormonale della natalità, che tiene una larga lista di possibili effetti secondari come il cambio di umore, mal di testa o ansia.

Cirqle fu fondata con l’aiuto della D.ssa Ljudmila Katchanhas nel 2018 e da allora, ha raccolto un totale di 1,6 milioni di euro che si stanno investendo nello sviluppo pre-clinico, per poterla offrire in futuro in modo commerciale. 

 

💡 Ti potrebbe interessare | Startup innovative nel settore della tecnologia [2020]

 

#2 Lattice Medical

Questa startup francese usa la bioingegneria per offrire trattamento alle donne che sono sopravvissute ad un tumore al seno.

Statisticamente, il 40% di queste pazienti si sottomettono ad una mastectomia per estirpare il tumore ma solo il 14% di loro riceve successivamente una ricostruzione mammaria.
Lattice Medical ha cominciato a sviluppare una bioprotesi che permette alle donne che hanno superato questo tumore di recuperare i loro corpi e le loro vite.

Questi impianti sono fabbricati a partire da biomateriali stampati in 3D che permettono, una volta impiantati, la ricostruzione naturale del seno mediante la rigenerazione dei tessuti adiposi della paziente. Una volta nel corpo e realizzata la loro funzione, il dispositivo si decompone completamente nell’organismo della paziente senza lasciare nessun tipo di traccia o tossicità.

Rappresenta un’alternativa più sicura e comoda agli impianti mammari a base di silicone che si utilizzano al giorno d’oggi.
Lattice Medical ha iniziato questo progetto in Ottobre del 2017 ed ha già raccolto un totale di 2.3 milioni di euro in fondi per l’investigazione.

#3 Emjoy

Questa app nacque nel 2018 a Barcellona, grazie ad Andrea Oliver. Si occupa dei problemi che la donna può avere nel momento di esplorare e godere della sua sessualità.

Tramite un’esperienza personalizzata e utilizzando strumenti come l’autoerotismo e la consapevolezza del piacere, si cerca di aiutare le donne a conoscere e migliorare la loro soddisfazione sessuale. Inoltre, si offrono narrazioni sessuali e consulenza online per migliorare fattori importanti nell’autostima come la fiducia in sé stessi e l’autoaccettazione.

Tutti i materiali dell’applicazione sono in formato di audioguida. Emjoy è disponibile sia in Google Play che nell’Apple Store. 

#4 Peanut

Questa applicazione è stata creata da Michelle Kennedy a Londres nel 2016.

Peanut è pensata per far sì che le madri possano conoscere altri madri nel loro ambiente e facilitare il flusso di idee affini ed il poter condividere informazioni.

Il concetto lunge dall’idea tradizionale di chat come strumento di ricerca di appuntamenti sessuali o interazioni impersonali. L’obiettivo è creare una rete di donne con gli stessi interessi e posizione, dato che l’applicazione facilita l’incontro tra madri in una stessa città.

Sia tramite la chat che con incontri diretti, con o senza figli, fomenta la conoscenza con altre donne vicine nella stessa situazione per poter condividere esperienze e punti di vista. 

Questa femtech è apparsa nella lista delle migliori applicazioni di Apple nel 2017. 

#5 Apricity

È una femtech con un formato ed una tematica tradizionale, all’interno di questa tipologia di imprese.

Tramite la sua applicazione, la startup offre i servizi di una clinica virtuale di fertilità e l’assistenza tramite assessori esperti in problemi di maternità. Ha l’obiettivo di migliorare le probabilità di gestazione tanto nelle donne che in coppie con difficoltà nel concepire. Utilizzano l’intelligenza artificiale per disegnare trattamenti di fertilità personalizzati, secondo tutta l’informazione raccolta per ogni caso. 

Apricity lavora con cliniche di fertilità riconosciute per la loro percentuale di successo e per l’eccellenza medica dei suoi professionisti ed il loro impegno con i pazienti. 

Con sede a Londra, il progetto cominciò nel 2016. Fu fondato da Caroline Noublanche e sviluppato con i principali esperti mondiali in FIV ed ha già raccolto più di 6 milioni di euro.

Proyecto Digital

Written by

Yeeply
Yeeply

Yeeply è una piattaforma specializzata nello sviluppo di applicazioni mobile e siti web personalizzati. Dal 2012 i nostri clienti si affidano a noi per lo sviluppo dei loro progetti e noi lavoriamo con professionisti certificati a livello tecnico: sviluppatori di app mobile o sviluppatori web freelancer, grandi software house ed agenzie. Creare un’app o un sito web non è mai stato così veloce, semplice e sicuro! Pubblica il tuo progetto digitale su Yeeply e rendi la tua idea realtà, il nostro team ti guiderà nel processo.