Press enter to see results or esc to cancel.

Michela Bruni in Sviluppo App Mobile

È redditizio essere uno sviluppatore Android?

La tendenza generale di credere che una app è redditizia solo se ha successo ed ha milioni di downloads è la piú diffusa, peró non è l’unico modo di credere che essere uno sviluppatore Android sia redditizio.

In linea generale si pensa che essere sviluppatore iOS sia maggiormente remunerativo rispetto ad essere uno sviluppatore Android, peró secondo dati recenti e diversi studi nei quali vengono intervistati sviluppatori Android è evidente che questa seconda piattaforma ottiene sempre piú “adepti”. Anche se è certo che il volume di applicazioni gratuite è maggiore, compreso, parlando in termini di percentuali.

È redditizio essere uno sviluppatore Android?

Sviluppatore Android, approfittando di Apple

Senza dubbio nel corso di quest’anno le applicazioni mobili gratuite hanno dimostrato la loro potenzialitá e la propria redditivitá, se sono ben sviluppate. Monetizzare con una app in maniera corretta puó significare avere un ritorno economico notevole come sviluppatore Android. Questa strategia si sta applicando molto bene alle apps Android, per questo è sempre piú redditizio essere uno sviluppatore Android in un mercato maggiormente dominato dal sistema operativo di Apple.

Come abbiamo giá commentato, normalmente le applicazioni Android sono gratuite e ottengono benefici da altri tipi di pubblicitá, il che rende il beneficio minore rispetto che in iOS dove molte applicazioni guadagnano in base ai downloads. Senza dubbio, alla fine, essere uno sviluppatore Android puó arrivare ad essere molto redditizio visto che si arriva ad un volume maggiore di utenti e cosí a un pubblico piú ampio.

Una buona promozione, chiave per il successo

Una applicazione per avere successo deve avere alla base una buona promozione. Se vogliamo che come sviluppatore Android o sviluppatore Windows Phone ci risulti remunerativo lo sviluppo delle applicazioni mobili queste devono investire nella promozione.

Uno dei pilastri chiave per far sí che la nostra applicazione mobile non si perda nel mare delle applicazioni è lavorare l’ASO e ottimizzare le keywords in modo che sia visibile agli utenti. E’ molto importante anche lavorare nel mobile marketing e soprattutto nel “passaparola” mediante i social networks ossia far conoscere l’applicazione al pubblico, generare un brand, strutturare una strategia orientata ad ottenere downloads e un ritorno dell’investimento che venga accompagnato da benefici.

abbiamo-sviluppatori

Commenti

Comments are disabled for this post